giovedì 9 giugno 2016

Risciò: è obbligatoria la licenza (TAR Lazio sentenza n.6208/2016)

SWT anche i risciò per poter svolgere l'attività di trasporto di persone hanno bisogno della relativa autorizzazione comunale. (TAR Lazio sent. n°6208/2016)

Secondo il T.A.R. del Lazio, che si è pronunciato con la sentenza n°6208/2016, anche i risciò per poter svolgere l'attività di trasporto di persone hanno bisogno della relativa autorizzazione comunale.

Nel caso di specie la pronunzia del TAR è intervenuta a dirimere il ricorso di una cooperativa ONLUS, che si occupa del reinserimento di detenuti ed ex detenuti attraverso il ricollocamento lavorativo attraverso un servizio di "ciclotaxi", contro un provvedimento del Comune di Roma che ne vietava l'esercizio nel centro storico della città.
Sulla scorta delle modifiche apportate al codice della strada, anche i risciò risultano tra i veicoli che possono essere adibiti al servizio da noleggio con conducente, attività per cui è obbligatoria una autorizazione amministrativa e di una apposita regolamentazione da parte dell'amministrazione che la rilascia.
A nulla è valso il principio del silenzio-assenso richiamato da parte dei ricorrenti, in quanto secondo quanto previsto dalla legge 21/92 dette autorizzazioni devono essere rilasciate attraverso "bando di concorso pubblico". 

.

Nessun commento:

Posta un commento