venerdì 22 aprile 2016

Aria condizionata: è vietato tenerla accesa durante la sosta, multe da 216 a 432 euro

SWT Aria condizionata: è vietato tenerla accesa durante la sosta, si rischiano multe da 216 a 432 euro.

Si ricorda che, durante le soste, è vietato tenere l'automobile accesa al fine di tenere in funzione l'aria condizionata, si rischiano multe salate che vanno da 216 a 432 euro.

L'art. 157 al comma 7-bis del Codice della Strada recita quanto segue:
7-bis. È fatto divieto di tenere il motore acceso, durante la sosta del veicolo, allo scopo di mantenere in funzione l'impianto di condizionamento d'aria nel veicolo stesso; dalla violazione consegue la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 216 a euro 432.
Questo comma, inserito nel 2007 e modificato dalla legge 120/2010, è stato introdotto con lo scopo di tutelare l'ambiente. Sempre nell'anno 2010 ne fu proposta l'abrogazione, ma la proposta finì nel vuoto.

Aria condizionata (fonte Wikicommons)


Nell'anno 2010, con la circolare del Ministero dell'Interno Prot. n. 300/A/11310/10/101/3/3/9 del 12/08/2010 si chiarisce quanto segue:
22. Modifiche in materia di arresto, fermata e sosta dei veicoli e di divieto di fermata e di sosta dei veicoli - Art. 157 C.d.S.
Per effetto delle modifiche all'art. 7-bis dell'art. 157 del C.d.S., il divieto di tenere il motore acceso allo scopo di far funzionare l'impianto di condizionamento d'aria, è stato limitato alla sosta e non più anche alla fermata del veicolo...
Quindi si ribadisce che il divieto di tenere l'aria condizionata in funzione è limitato solo alla sosta del veicolo e non più alla fermata. A chiarire la differenza che c'è tra "sosta" e "fermata" è sempre l'art 157 del C.d.S. che al comma 1 riporta quanto segue:
 1. Agli effetti delle presenti norme:

a) per arresto si intende l'interruzione della marcia del veicolo dovuta ad esigenze della circolazione;

b) per fermata si intende la temporanea sospensione della marcia anche se in area ove non sia ammessa la sosta, per consentire la salita o la discesa delle persone, ovvero per altre esigenze di brevissima durata. Durante la fermata, che non deve comunque arrecare intralcio alla circolazione, il conducente deve essere presente e pronto a riprendere la marcia;

c) per sosta si intende la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo, con possibilità di allontanamento da parte del conducente;

d) per sosta di emergenza si intende l'interruzione della marcia nel caso in cui il veicolo è inutilizzabile per avaria ovvero deve arrestarsi per malessere fisico del conducente o di un passeggero.
Fonti normative:

1 commento: