domenica 13 dicembre 2015

Taxi: nuovo "taglio" sul credito d'imposta delle accise sui carburanti per il 2015 e 2016

Sulla Gazzetta Ufficiale dell'11 dicembre del 2015 è stato pubblicato il dereto di attuazione alle disposizioni previste dalla legge di stabilità 2015.

Nello specifico il DPCM 29 settembre 2015, per ciò che concerne veicoli adibiti ad uso taxi e NCC, prevede una riduzione del credito d'imposta sulle accise dei carburanti pari al 49,41% per l'anno 2015 e del 56,87% a partire dal 2016.

Una riduzione del credito d'imposta per le accise sui carburanti taxi vi fu già nel 2014 (per approfondimenti "Ridotto del 15% il credito d'imposta sui carburanti per i taxi").
Piu' modesto è stato il taglio relativo al credito d’imposta sull’acquisto di gasolio e GPL impiegati per riscaldamento in aree geograficamente o climaticamente svantaggiate he si attesta al 5,07%

Queste riduzioni attraverso un Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri sono previste dall’art. 1 comma 242 della Legge 190/2014, che ha demandato alla competenza di un DPCM, da adottare proposta del MEF, il compito di definire per ciascuno dei crediti d’imposta indicati all’elenco 2 della medesima legge, le relative quote percentuali di fruizione, in maniera da assicurare saldi di finanza pubblica non inferiori a 16,33 milioni di euro per il 2015 e a 23,69 milioni a decorrere dal 2016.

Fonti normative:

Articoli correlati: