mercoledì 11 febbraio 2015

Ridotto del 15% il credito d'imposta sui carburanti per i taxi

SWT Ridotto del 15% il credito d'imposta sui carburanti per taxi e ncc.Rif. normativo (punto 12 della tabella A allegata al Testo unico delle accise – DLGS n. 504/1995)

La legge di stabilità 2014 ha stabilito la ridefinizione, riducendoli, di alcuni crediti d'imposta tra cui vi è quello "sui carburanti per l'azionamento delle autovetture pubbliche da piazza (taxi)". Il governo con il successivo DCPM del 20 febbraio 2014 ha stabilito la percentuale di riduzione al 15%.
Il beneficio fiscale di cui sopra riguarda le riduzioni dell’accisa su gasolio, benzina, GPL e gas metano impiegati come carburanti per i veicoli da noleggio da piazza, cioè i taxi e, in alcune località, i motoscafi (punto 12 della tabella A allegata al Testo unico delle accise – DLGS n. 504/1995).

Da quando entra in vigore
Per quanto riguarda i taxi la riduzione del 15% del credito d'imposta scatta a decorrere dal 1° gennaio 2014 e sarà efficace sulle richieste per il riconoscimento di tale credito che dovranno essere presentate ento il mese di febbraio 2015.

Come si calcola
Una volta effettuato il calcolo dell’accisa a credito spettante ad ogni titolare di licenza di taxi/autorizzazione noleggio con conducente sui distinti carburanti (gasolio, benzina, GPL, gas naturale) consumati nell’anno 2014, commisurata alla differenza tra l’aliquota normale d’imposta e quella specifica agevolata in vigore per ciascun carburante impiegato, si procederà a detrarre dall’importo totale risultante la prescritta misura percentuale del 15%.

Fonti normative:
Articoli correlati:

Nessun commento:

Posta un commento